Scrittura in ottica SEO: come scrivere dei testi ottimizzati per i motori di ricerca?

La scrittura in ottica SEO prevede la creazione di contenuti di qualità, informativi e rilevanti, ottimizzati con parole chiave mirate che rispecchiano le ricerche degli utenti. Seguendo best practice come la ricerca delle parole chiave, l'uso di heading, la densità ottimale delle keyword e la creazione di contenuti lunghi e approfonditi, è possibile migliorare il ranking sui motori di ricerca e attirare traffico web qualificato.

In questo momento storico dove il web si sta sostituendo pian piano alla vita reale, la visibilità online è la chiave per il successo di qualsiasi attività o progetto. La “scrittura in ottica SEO” emerge come una strategia fondamentale in questo contesto, fungendo da ponte tra i contenuti web e il loro pubblico target attraverso i motori di ricerca. Questa metodologia si basa sull’ottimizzazione di articoli, blog, e pagine web, con l’obiettivo di migliorarne il posizionamento sui motori di ricerca come Google o Bing. Attraverso l’uso mirato di parole chiave, la strutturazione adeguata dei testi, e l’implementazione di varie tecniche SEO, i contenuti vengono resi più accessibili e appetibili per gli algoritmi di ricerca, che li premiano con una posizione di rilievo nei risultati di ricerca.

Ma perché è così importante ottimizzare i contenuti per i motori di ricerca? La risposta risiede nella modalità con cui gli utenti interagiscono con il web. La maggior parte delle esperienze online inizia con una ricerca: individui in cerca di informazioni, soluzioni, prodotti o servizi digiteranno le loro query e si aspetteranno risposte rapide e pertinenti. Qui entra in gioco la SEO: i contenuti ottimizzati hanno maggiori probabilità di comparire nelle prime posizioni dei risultati di ricerca, aumentando significativamente la visibilità e, di conseguenza, il traffico verso il sito web in questione. 

Inoltre, una scrittura in ottica SEO non riguarda solo l’inserimento strategico di parole chiave all’interno del testo, ma anche la creazione di contenuti che siano veramente utili e interessanti per il pubblico. Questo significa comprendere l’intento di ricerca dell’utente – ovvero ciò che l’utente spera di trovare quando effettua una ricerca – e rispondere a queste esigenze con contenuti pertinenti e di qualità. In questo modo, non solo si attirano visitatori sul proprio sito, ma si contribuisce anche a costruire autorità e fiducia nel proprio settore, elementi essenziali per convertire i visitatori in clienti o follower fedeli.

La scrittura SEO, dunque, rappresenta un equilibrio tra tecnica e arte: da un lato, l’adeguamento alle direttive tecniche per essere “graditi” agli algoritmi di ricerca; dall’altro, la capacità di coinvolgere e informare efficacemente il lettore. È una competenza che richiede non solo di stare al passo con le continue evoluzioni degli algoritmi di ricerca, ma anche di mantenere un dialogo aperto e pertinente con il proprio pubblico. Questo articolo si propone di esplorare in dettaglio come padroneggiare l’arte della scrittura in ottica SEO, offrendo una guida completa per navigare tra parole chiave, struttura dei contenuti, e tecniche di ottimizzazione, per trasformare ogni articolo in un ponte diretto tra la propria voce e il mondo.

Cos’è la SEO e perché è importante

La Search Engine Optimization (SEO) è una disciplina del marketing digitale che si concentra sull’aumento della visibilità di un sito web nei risultati non pagati dei motori di ricerca, spesso denominati risultati “organici”, “naturali” o “guadagnati”. L’obiettivo della SEO è migliorare il posizionamento di un sito web nelle pagine di risposta dei motori di ricerca (SERP) per determinate parole chiave o frasi, al fine di aumentare il traffico qualificato verso il sito. Questa pratica si basa su una profonda comprensione di come funzionano i motori di ricerca, di come le persone conducono le loro ricerche online e delle varie strategie che possono essere implementate per ottimizzare un sito.

Come i motori di ricerca classificano i contenuti

I motori di ricerca, come Google, Bing o Yahoo, utilizzano complessi algoritmi per determinare l’ordine in cui i siti web vengono mostrati in risposta a una query di ricerca. Questi algoritmi tengono conto di centinaia di fattori di ranking, che possono essere grossolanamente suddivisi in due categorie: SEO on-page e SEO off-page.

SEO On-Page

La SEO on-page riguarda tutti gli aspetti di SEO che possono essere controllati direttamente dal proprietario del sito. Questo include elementi tecnici, come la qualità del codice e la struttura del sito, oltre a elementi di contenuto, come la qualità e l’originalità del contenuto, l’ottimizzazione delle parole chiave, l’uso di tag HTML (come titoli, meta description, header tags) e l’ottimizzazione delle immagini. Implementare efficacemente i fattori di ottimizzazione SEO on-page aiuta i motori di ricerca a comprendere meglio il contenuto di una pagina, determinando se sarà utile per l’utente che ha effettuato la ricerca.

SEO Off-Page

La SEO off-page, invece, si riferisce a tutte le tecniche implementate al di fuori del sito web per migliorarne il posizionamento nei motori di ricerca. Queste strategie includono il servizio di link building (ottenere link di alta qualità da altri siti web), i segnali sociali (condivisioni, likes, e follower sui social media), e altre tecniche di promozione che possono aumentare l’autorità e la reputazione di un sito web. Sebbene la SEO off-page sia meno controllabile rispetto alla SEO on-page, gioca comunque un ruolo cruciale nell’aumentare la visibilità e l’autorità di un sito.

Vantaggi di una buona strategia SEO per i tuoi contenuti

Un’efficace strategia SEO per i tuoi testi offre numerosi vantaggi, tra cui:

  • Aumento del traffico: i siti web che appaiono nelle prime posizioni dei risultati di ricerca godono di una percentuale maggiore di clic, portando a un incremento significativo del traffico.
  • Miglioramento della visibilità: ottimizzare un sito per parole chiave specifiche aumenta la probabilità che il sito venga trovato da utenti interessati a quei temi o prodotti.
  • Credibilità e autorità: un sito che occupa le prime posizioni per determinate parole chiave è spesso percepito come più affidabile e autorevole.
  • Migliore User Experience: la SEO non si limita solo a ottimizzare per i motori di ricerca, ma anche a migliorare l’esperienza complessiva dell’utente sul sito, rendendo il contenuto più accessibile, la navigazione più intuitiva e il sito più veloce.

In conclusione, la SEO è un elemento fondamentale per qualsiasi strategia di marketing digitale. Comprendere e implementare efficacemente sia la SEO on-page che quella off-page può significativamente aumentare la visibilità di un sito web, attirare un traffico più qualificato e, in ultima analisi, contribuire al successo online di un’attività.

Perché un SEO Copywriter potrebbe aiutarti a scrivere dei testi SEO

come scrivere testi seo

Un SEO Copywriter è un professionista specializzato nella scrittura di contenuti ottimizzati per i motori di ricerca e per il pubblico target. Questa figura professionale che lavora a stretto contatto con il SEO Specialist, coniuga le competenze di scrittura creativa con la conoscenza tecnica della SEO, al fine di produrre testi che non solo rispondano alle esigenze informative o di intrattenimento dell’utente ma che siano anche in grado di migliorare il posizionamento di un sito web nei risultati di ricerca. Vediamo in dettaglio perché il SEO Copywriting potrebbe essere la chiave per scrivere testi SEO efficaci:

Conoscenza approfondita delle tecniche di scrittura SEO

Un SEO Copywriter possiede una conoscenza approfondita delle tecniche SEO di scrittura, inclusa la ricerca e l’uso ottimale delle parole chiave, la comprensione dei fattori che influenzano il ranking su Google e altri motori di ricerca, e la capacità di adattare il contenuto alle ultime tendenze e aggiornamenti degli algoritmi. Questo permette di scrivere contenuti che sono non solo informativi e coinvolgenti ma anche ottimizzati per raggiungere la migliore visibilità possibile online.

Abilità di scrittura testi mirata e performante

Grazie alla loro esperienza, i SEO Copywriter sanno come creare testi che parlino direttamente al pubblico target, rispondendo alle sue domande e bisogni specifici. Utilizzano uno stile di scrittura adatto sia agli utenti che ai motori di ricerca, rendendo i testi leggibili, coinvolgenti e facili da comprendere. Questo non solo aumenta il tempo di permanenza sulla pagina (un fattore importante per il SEO) ma migliora anche la soddisfazione dell’utente.

Ottimizzazione On-Page

L’ottimizzazione on-page va oltre la semplice inclusione di parole chiave nel testo. Chi scrive un articolo SEO sa come strutturare un testo, utilizzare efficacemente i tag HTML (come titoli, sottotitoli, meta description), inserire link interni strategici e ottimizzare le immagini. Questi elementi sono cruciali per migliorare la SEO on-page di un sito web, rendendo i contenuti più attraenti sia per gli utenti che per i motori di ricerca.

Creazione di contenuti orientati all’azione

I SEO Copywriter sono esperti nel creare call-to-action (CTA) efficaci all’interno dei loro testi, incoraggiando gli utenti a compiere azioni specifiche, come iscriversi a una newsletter, contattare l’azienda o effettuare un acquisto. Questo aspetto è fondamentale per convertire il traffico web in lead o vendite, un obiettivo primario per la maggior parte dei siti aziendali.

Competenze in Content Marketing

Infine, chi si occupa di SEO Copywriting spesso possiede competenze avanzate in content marketing, consentendo loro di integrare i contenuti SEO in una strategia di marketing più ampia. Questo significa non solo scrivere testi che si posizionano bene nei motori di ricerca ma anche creare contenuti che si allineano con gli obiettivi di branding e vendita dell’azienda.

Studio del settore e dei topic per costruire il Buyer Persona

Lo studio del settore e dei topic rilevanti è un passaggio fondamentale nella costruzione del buyer persona, ovvero quel modello semplificato che rappresenta il cliente ideale di un’azienda. Questo processo aiuta a comprendere in modo approfondito chi sono i potenziali clienti, quali sono le loro esigenze, comportamenti, problemi e come preferiscono comunicare. Ecco come procedere nello studio del settore e dei topic per costruire efficacemente il buyer persona:

1. Ricerca del settore

  • Analisi del mercato: inizia con una panoramica del tuo settore, identificando le tendenze attuali, le dimensioni del mercato, e le previsioni di crescita. Questo ti aiuterà a comprendere il contesto in cui operano i tuoi potenziali clienti.
  • Concorrenza: analizza i tuoi concorrenti diretti e indiretti. Guarda a chi si rivolgono, quali bisogni soddisfano, e come comunicano con i loro clienti. Questo può fornire intuizioni sui gap di mercato o su aspetti trascurati che potresti sfruttare.
  • Interviste e sondaggi: parla direttamente con attuali clienti, clienti potenziali o persone che rientrano nel tuo target demografico. Usa interviste e sondaggi per raccogliere dati diretti sui loro bisogni, preferenze e comportamenti.

2. Analisi dei Topic

  • Keyword Research: utilizza strumenti di ricerca per le keywords per scoprire quali argomenti sono più ricercati dal tuo target di riferimento. Questo ti aiuterà a capire di cosa si informano online e quali sono i loro principali punti di interesse o problemi.
  • Analisi dei Social Media: monitora i social media per vedere quali argomenti sono di tendenza tra il tuo pubblico target. Presta attenzione alle domande poste, ai commenti e alle discussioni per identificare temi caldi e aree di interesse.
  • Forums e Community Online: piattaforme come Reddit, Quora, e specifici forum del settore possono essere fonti preziose per capire di cosa parla il tuo pubblico e quali sono le loro maggiori preoccupazioni o domande.

3. Costruzione del Buyer Persona

Dopo aver raccolto e analizzato queste informazioni, sei pronto per costruire il tuo buyer persona. Considera i seguenti elementi:

  • Informazioni Demografiche: età, sesso, livello di istruzione, posizione geografica, ecc.
  • Background Professionale: settore di lavoro, titolo di lavoro, livello di esperienza, ecc.
  • Bisogni e sfide: quali problemi cercano di risolvere? Quali sono i loro bisogni specifici in relazione al tuo settore?
  • Obiettivi e desideri: cosa vogliono raggiungere? Quali sono i loro obiettivi a lungo termine?
  • Preferenze di comunicazione: dove cercano informazioni? Preferiscono video, articoli, podcast, o altri formati?
  • Obiezioni e punti di dolore: quali sono le principali preoccupazioni o dubbi che potrebbero impedire loro di acquistare il tuo prodotto o servizio?

4. Utilizzo del Buyer Persona

Una volta creato il tuo buyer persona, utilizzalo come guida per tutte le tue strategie di marketing e comunicazione. Adatta il tuo messaggio, i tuoi contenuti, e le tue campagne per parlare direttamente alle esigenze, ai desideri e ai comportamenti del tuo buyer persona. Questo approccio mirato aumenterà l’efficacia delle tue iniziative di marketing, migliorando l’engagement e la conversione dei tuoi potenziali clienti.

Contenuti EEAT: cosa sono?

EEAT sta per Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness, and Experience (Esperienza, Autorevolezza, Affidabilità ed Esperienza). Questo concetto è una naturale evoluzione dei criteri E-A-T, introdotti da Google nelle sue linee guida per i valutatori della qualità di ricerca (Search Quality Rater Guidelines). L’aggiunta dell'”Esperienza” (Experience) enfatizza non solo la qualità e la credibilità del contenuto e del suo autore ma anche l’importanza dell’esperienza dell’utente con quel contenuto.

Esperto (Expertise)

L’esperto si riferisce alla conoscenza approfondita o all’abilità nel campo specifico trattato dal contenuto. Significa che l’autore del contenuto ha una competenza o un’esperienza significativa, che gli permette di creare informazioni utili e accurate. Per i contenuti in settori altamente specializzati, come la salute o la finanza, l’expertise è particolarmente cruciale.

Autorevolezza (Authoritativeness)

L’autorevolezza misura il riconoscimento dell’autore, del contenuto e del sito web da parte di altri esperti e autorità nel campo. Questo può essere dimostrato da citazioni, pubblicazioni, recensioni o riconoscimenti. Un contenuto autorevole è riconosciuto come una fonte affidabile di informazioni nel suo settore.

Affidabilità (Trustworthiness)

L’affidabilità si riferisce alla sicurezza e credibilità dell’autore, del contenuto e del sito. Questo aspetto considera la precisione del contenuto, la trasparenza dell’autore e del sito, oltre alla sicurezza del sito web stesso (ad esempio, l’uso di HTTPS). L’affidabilità è fondamentale per guadagnare e mantenere la fiducia degli utenti.

Esperienza (Experience)

L’aggiunta di “Esperienza” sottolinea l’importanza dell’interazione dell’utente con il contenuto. Questo include non solo la fruibilità e l’accessibilità del contenuto ma anche quanto sia soddisfacente o utile l’esperienza complessiva dell’utente. L’esperienza può essere influenzata dalla progettazione del sito, dalla facilità di navigazione, dalla qualità visiva del contenuto e dalla sua capacità di coinvolgere efficacemente l’utente.

I contenuti che soddisfano i criteri EEAT sono fondamentali per il successo SEO. Google utilizza queste linee guida per aiutare i suoi valutatori a determinare la qualità delle pagine web e come queste dovrebbero essere posizionate nei risultati di ricerca. Anche se questi non influenzano direttamente il ranking, le loro valutazioni aiutano Google a perfezionare i suoi algoritmi per premiare i siti che offrono un’alta qualità e un’esperienza utente eccezionale.

Come scrivere un articolo SEO ottimizzato per i motori di ricerca

come scrivere articolo seo

Scrivere contenuti ottimizzati SEO per i motori di ricerca richiede una comprensione approfondita dell’intenzione di ricerca degli utenti, una ricerca mirata delle parole chiave, e la capacità di creare contenuti di alta qualità che non solo soddisfino le esigenze degli utenti ma che siano anche in grado di competere nei risultati di ricerca. Vediamo come procedere in modo dettagliato.

Comprensione dell’intenzione di ricerca

L’intento di ricerca si riferisce al motivo per cui un utente effettua una ricerca su Internet. Può essere categorizzata principalmente in tre tipi: informativa (cercare informazioni), navigazionale (cercare un sito specifico), e transazionale (intenzione di compiere un’azione come l’acquisto). Comprendere l’intenzione di ricerca è cruciale per creare contenuti che rispondano in modo efficace alle domande degli utenti, migliorando così le possibilità di ottenere un buon posizionamento nei risultati di ricerca.

Ricerca e inserimento strategico delle parole chiave

La ricerca delle parole chiave è il processo di identificazione dei termini che il tuo pubblico target utilizza nei motori di ricerca. Questo passaggio è vitale per ottimizzare i tuoi contenuti e renderli rilevanti per le ricerche degli utenti.

  • Uso di strumenti specifici: strumenti come Google Keyword Planner, Ahrefs, SEMrush, e SEOZoom offrono dati preziosi sul volume di ricerca, la difficoltà di ranking, e le ricerche correlate. Questi strumenti aiutano a identificare le parole chiave primarie e secondarie da includere nei tuoi contenuti.
  • Identificazione di Keyword a Coda Lunga: le keyword a coda lunga sono frasi più lunghe e specifiche con un volume di ricerca minore ma con meno concorrenza e un’alta intenzione di ricerca. Utilizzare strumenti e tecniche avanzate, come l’analisi delle SERP esistenti e l’uso di Google Suggest, può aiutare a identificare queste opportunità.

Una volta identificate le keywords rilevanti, è importante inserirle in punti strategici all’interno dei tuoi contenuti:

  • Titolo: include la parola chiave principale il più vicino possibile all’inizio del titolo.
  • Sottotitoli: utilizza le parole chiave secondarie nei sottotitoli per strutturare meglio il contenuto e renderlo più scannerizzabile.
  • Prima frase dei paragrafi: Inserire le parole chiave all’inizio dei paragrafi può aiutare a segnalare ai motori di ricerca la rilevanza del contenuto.

Tecniche di scrittura SEO: come ottimizzare la struttura e la leggibilità dei contenuti

Ottimizzare la struttura e la leggibilità dei contenuti è fondamentale per la scrittura SEO. Questo non solo migliora l’esperienza dell’utente ma anche il posizionamento nei motori di ricerca. Vediamo come:

Meta Title e Meta Description

Il meta title e la meta description sono elementi cruciali che appaiono nei risultati di ricerca. Il meta title dovrebbe includere la parola chiave principale e catturare l’attenzione dell’utente. La meta description offre un riassunto del contenuto della pagina e dovrebbe invogliare l’utente a cliccare, includendo anche la parola chiave target.

Sottotitoli ed elenchi puntati o numerati

I sottotitoli (H2, H3, ecc.) organizzano il contenuto rendendolo più scannerizzabile per i lettori e aiutano i motori di ricerca a comprendere la struttura della pagina. Le liste puntate e numerate semplificano la lettura, rendendo le informazioni più accessibili.

Mantenere frasi e paragrafi brevi

Frasi e paragrafi brevi migliorano la leggibilità del testo. Un blocco di testo compatto può scoraggiare la lettura, mentre spazi bianchi e paragrafi brevi rendono il testo più invitante.

Usare un linguaggio semplice e discorsivo

Un linguaggio semplice e diretto facilita la comprensione del contenuto da parte di un pubblico più ampio. L’uso di un tono discorsivo, inoltre, coinvolge maggiormente il lettore, creando una connessione più personale.

URL SEO Friendly

Gli URL dovrebbero essere brevi, descrittivi e includere la parola chiave principale. Gli URL parlanti aiutano gli utenti e i motori di ricerca a capire di cosa tratta la pagina prima ancora di visitarla.

Call to Action

Incorpora call to action (CTA) chiare per guidare l’utente verso l’azione desiderata, come “Contattaci”, “Acquista ora” o “Iscriviti”. Le CTA efficaci aumentano il tasso di conversione.

Accessibilità Web

L’accessibilità web è essenziale per garantire che tutti gli utenti, inclusi quelli con disabilità, possano navigare e interagire con il tuo sito. L’uso di alt text per le immagini non solo aiuta nella SEO fornendo contesto ai motori di ricerca, ma è anche cruciale per gli utenti che utilizzano lettori di schermo. Assicurati che il tuo sito sia navigabile tramite tastiera e che tutti i contenuti multimediali abbiano sottotitoli o descrizioni.

Dati Strutturati (Schema Markup)

I dati strutturati, o schema markup, aiutano i motori di ricerca a comprendere il contenuto delle tue pagine e a creare snippet arricchiti nei risultati di ricerca, come le valutazioni delle stelle, i prezzi dei prodotti, o gli orari degli eventi. L’uso di schema markup può significativamente migliorare la visibilità e il CTR dai risultati di ricerca.

Incorporando questi elementi nella scrittura e strutturazione dei contenuti, non solo migliorerai la SEO del tuo sito, ma offrirai anche un’esperienza utente superiore, che è fondamentale per il successo online. Ricorda che il fine ultimo della SEO è connettere gli utenti con i contenuti che stanno cercando nel modo più efficace e piacevole possibile.

Ma quanto deve essere lungo un testo SEO?

La lunghezza ideale di un testo SEO è determinata da una serie di fattori, tra cui l’argomento trattato, l’intenzione di ricerca dell’utente, la concorrenza per le parole chiave target, e le best practice del settore, rendendo difficile stabilire una regola fissa. Un principio fondamentale è che la lunghezza del contenuto deve essere tale da soddisfare completamente l’intenzione di ricerca dell’utente. Ciò significa fornire risposte complete a tutte le domande correlate all’argomento, il che può variare da circa 500 a più di 2000 parole, a seconda delle specificità del caso.

Alcune ricerche indicano che i contenuti più lunghi e dettagliati tendono generalmente a ottenere un miglior posizionamento nei risultati di ricerca. Questo avviene perché testi più estesi sono in grado di esplorare un argomento in maniera più approfondita, coprendo una gamma più ampia di aspetti correlati e includendo un numero maggiore di keyword rilevanti. Tuttavia, è importante ricordare che la qualità del contenuto è prioritaria rispetto alla sua lunghezza. Un articolo breve ma ricco di informazioni utili e ben scritto può essere più efficace di uno lungo ma poco informativo.

Un altro aspetto da considerare è l’analisi dei contenuti dei concorrenti che si posizionano bene per le keyword di interesse. Se i risultati di punta hanno in media tra le 1500 e le 2000 parole, ciò può suggerire la lunghezza che i motori di ricerca ritengono più utile per quell’argomento specifico. Inoltre, la lunghezza ottimale del contenuto può variare a seconda del suo formato. Ad esempio, un post di blog volto a risolvere un problema specifico potrebbe richiedere meno parole rispetto a una guida completa. Analogamente, i contenuti destinati a piattaforme social come LinkedIn o Facebook possono essere più efficaci se brevi e diretti.

In conclusione, la lunghezza di un testo SEO dovrebbe essere calibrata per soddisfare in modo completo e approfondito l’intenzione di ricerca, puntando sempre alla creazione di contenuti di alta qualità, pertinenti e informativi. L’approccio migliore non è aderire rigidamente a un conteggio parole prefissato, ma utilizzare quante più parole sono necessarie per trattare un argomento in modo esaustivo, evitando al contempo ridondanze o inutili prolissità.

Piano editoriale SEO: come scriverlo correttamente

Un piano editoriale SEO ben strutturato è essenziale per garantire che i contenuti prodotti non solo attraggano il target di riferimento ma siano anche ottimizzati per i motori di ricerca, aumentando così la visibilità online. Ecco come sviluppare un piano editoriale SEO efficace:

Definizione degli Obiettivi

Prima di tutto, stabilisci gli obiettivi specifici che intendi raggiungere con il tuo piano editoriale. Questi possono includere l’aumento del traffico organico, il miglioramento delle conversioni, il posizionamento per keyword specifiche, o l’aumento dell’autorità del dominio. Gli obiettivi devono essere SMART: Specifici, Misurabili, Attuabili, Rilevanti e Temporizzati.

Ricerca e analisi delle Keywords

Identifica le parole chiave rilevanti per il tuo pubblico di riferimento utilizzando strumenti come Google Keyword Planner, Ahrefs, SEMrush, ecc. Considera sia le parole chiave a coda corta che quelle a coda lunga, e focalizzati su quelle con un buon volume di ricerca ma con una concorrenza gestibile. Analizza anche le keyword per cui i tuoi concorrenti si posizionano bene.

Sviluppo di temi e argomenti

Basandoti sulla ricerca di parole chiave e sulla conoscenza del tuo pubblico, sviluppa temi e argomenti che rispondano direttamente alle domande e ai bisogni dei tuoi utenti. Crea una lista di argomenti per ogni tema, assicurandoti di coprire varie fasi del customer journey.

Calendario Editoriale

Organizza i temi e gli argomenti in un calendario editoriale. Questo dovrebbe includere:

  • Il titolo dell’articolo o del contenuto.
  • La keyword target.
  • La data di pubblicazione prevista.
  • Lo stato del contenuto (in ideazione, in scrittura, completato, pubblicato).
  • L’autore o il responsabile del contenuto.
  • La piattaforma di pubblicazione (blog, social media, newsletter).

Utilizza strumenti come Google Sheets, Trello o Asana per tenere traccia del calendario editoriale e della produzione dei contenuti.

Creazione di Contenuti

Quando crei contenuti, assicurati che siano:

  • Ottimizzati per le parole chiave target (inclusione in titoli ad effetto, sottotitoli, meta description, ecc.).
  • Di alta qualità, informativi e utili per il tuo pubblico.
  • Arricchiti con elementi multimediali (immagini, video) ottimizzati (alt text per le immagini).
  • Con un’adeguata call to action.
  • Facilmente leggibili, con paragrafi brevi, linguaggio semplice e uso di liste puntate.

Ricorda che un piano editoriale SEO è un documento dinamico che dovrebbe essere regolarmente aggiornato e ottimizzato in base ai risultati ottenuti e ai cambiamenti nel comportamento di ricerca del tuo pubblico o nelle best practices SEO.

Come migliorare e promuovere i tuoi contenuti scritti in ottica SEO

Promuovere i contenuti è un aspetto fondamentale della strategia SEO, che aiuta a migliorare la visibilità e l’autorità del tuo sito web. Vediamo come ottimizzare questa fase con tecniche specifiche.

I link interni collegano le varie pagine del tuo sito web tra loro, guidando gli utenti e i motori di ricerca attraverso il tuo contenuto. Per massimizzare l’efficacia dei link interni:

  • Utilizza Anchor Text descrittivi: i testi di ancoraggio sono il testo visibile dei link. Utilizza keyword pertinenti che descrivano la pagina di destinazione, ma evita di usare sempre lo stesso testo per non sembrare manipolativo agli occhi dei motori di ricerca.
  • Collega contenuti correlati: Crea link da contenuti ad alta autorità del tuo sito a pagine nuove o meno visitate per distribuire il “link juice” (autorità) e migliorare il ranking delle pagine target.
  • Migliora l’esperienza utente: assicurati che i link interni siano pertinenti e utili per l’utente, aiutandolo a navigare il sito e a scoprire contenuti di suo interesse.

Strategie di Link Building

La costruzione di backlink da siti esterni è fondamentale per aumentare l’autorità e la visibilità del tuo sito. Ecco alcune strategie per costruire una rete di backlink naturali e di alta qualità:

  • Content Marketing: crea contenuti di alta qualità, originali e informativi che le persone vogliano naturalmente linkare. Guide complete, infografiche, studi di settore e post di blog approfonditi sono esempi di contenuti che tendono ad attrarre backlink.
  • Guest Blogging: scrivi articoli come ospite per blog rilevanti nel tuo settore. Questo non solo ti permette di ottenere backlink di qualità ma anche di raggiungere nuovi pubblici.
  • Outreach: contatta i proprietari di siti web o i blogger per segnalare contenuti del tuo sito che potrebbero essere di loro interesse. Quando fai outreach, assicurati che la tua proposta sia pertinente e offra valore alla loro audience.
  • Broken Link Building: identifica link non funzionanti su siti rilevanti e suggerisci i tuoi contenuti come sostituti. Questo approccio offre valore al proprietario del sito migliorando l’esperienza utente del loro sito.

Recensioni Online e Menzioni sui Social Media

Le recensioni online e le menzioni sui social media possono influenzare indirettamente la tua SEO, migliorando la percezione del tuo brand e indirizzando traffico qualificato al tuo sito. Incoraggiare i clienti a lasciare recensioni sui tuoi prodotti o servizi su piattaforme rilevanti come Google My Business e in settori specifici può migliorare la fiducia e influenzare le decisioni di acquisto. Mantenere una presenza attiva sui social media e condividere regolarmente i tuoi contenuti può incrementare le menzioni e i link al tuo sito.

Interagendo con la tua community, partecipando a discussioni pertinenti e condividendo contenuti utili, puoi aumentare la visibilità del tuo brand. La chiave per una promozione efficace è la qualità e la pertinenza, concentrandosi su strategie che offrano valore reale al tuo pubblico e che costruiscano l’autorità del tuo sito nel lungo termine.

Scrittura in ottica SEO: un viaggio verso il proprio pubblico

Scrivere un articolo in ottica SEO rappresenta un continuo viaggio di scoperta e connessione con il proprio pubblico, più che una mera tecnica. Attraverso la comprensione delle intenzioni di ricerca, la creazione di contenuti di valore e la promozione strategica, il copywriter SEO è una figura fondamentale per questo aspetto. Il suo obiettivo è accompagnare l’utente lungo il cammino che porta a soddisfare i suoi bisogni informativi. 

Proprio come un viaggio, anche la scrittura SEO richiede una meta chiara, una buona pianificazione, e la capacità di adattarsi a terreni nuovi ed inesplorati. Ma ogni sfida del percorso ripaga con la soddisfazione di raggiungere infine la propria destinazione. Per il copywriter SEO, questa destinazione è la connessione autentica con l’audience, fondata sull’ascolto, la comprensione e la volontà di creare contenuti che risuonino profondamente con i lettori. Solo così le tecniche SEO, invece di fini a se stesse, possono tradursi in relazioni significative.

Pietro Rogondino
Pietro Rogondino

Ciao a tutti! Mi chiamo Pietro Rogondino e sono un consulente SEO di base a Bari. Ho iniziato a occuparmi di ottimizzazione per i motori di ricerca più di 17 anni fa e da allora ho acquisito una profonda esperienza in questo campo.
Oggi sono specializzato nell'analisi approfondita di ogni tipo di sito web per studiarne punti di forza e debolezze in ottica SEO. Grazie alla mia pluriennale esperienza, sono in grado di creare efficaci strategie su misura per aiutare i siti a performare al meglio sui motori di ricerca come Google.
Ciò che mi appassiona di più è trovare soluzioni creative e originali per risolvere ogni criticità legata al posizionamento. Lavoro a stretto contatto con i miei clienti per capirne le esigenze e garantire risultati concreti e duraturi nel tempo. Sono sempre entusiasta di confrontarmi con nuove sfide SEO! Se avete un progetto digitale a Bari e dintorni, contattatemi per una consulenza.

Articoli: 37