L'immagine mostra una barra degli indirizzi di un browser web, con il testo "http://LINKS" digitato all'interno della barra. Accanto alla barra degli indirizzi c'è un pulsante verde con la scritta "GO" su cui è posizionato un cursore del mouse. Accanto al testo "LINKS" c'è un'icona che rappresenta due anelli collegati, simbolo di un collegamento o link. Questa immagine rappresenta visivamente il concetto di inserire un URL e seguire un link, enfatizzando l'azione di navigare verso un indirizzo web specifico, che è un concetto centrale nel contesto del link building e della SEO.

Link DoFollow SEO: cos’è e quali sono le differenze con il NoFollow

Scopri la differenza tra Link DoFollow e NoFollow e come ciascuno influisce sulla SEO del tuo sito web. Ottieni consigli pratici per utilizzare correttamente questi link e migliorare il posizionamento nei motori di ricerca.

Nell’ambito dell’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), i link ed in altri casi i backlink, sono uno degli elementi fondamentali per determinare il posizionamento di un sito web nei risultati di ricerca. I collegamenti ipertestuali possono essere di due tipi principali: Link DoFollow e Link NoFollow. La differenza tra questi due attributi influisce significativamente sulla strategia SEO e sulla popolarità di un sito web.

Un Link DoFollow è un collegamento che permette ai motori di ricerca come Google di seguire e trasmettere valore SEO da un sito all’altro, contribuendo così al PageRank del sito di destinazione. Questo attributo è fondamentale per la link building, una pratica SEO che mira a incrementare il numero di backlink di qualità verso il proprio sito web per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca.

Al contrario, un Link NoFollow indica ai motori di ricerca di non seguire il collegamento e di non trasferire valore SEO. Questo tipo di collegamento è spesso utilizzato per prevenire lo spam nei commenti dei blog e nei forum, dove i webmaster non vogliono che i collegamenti ipertestuali influenzino il loro posizionamento.

Capire l’uso corretto di questi attributi è essenziale per ogni tattica SEO efficace. Infatti, un uso errato di questi collegamenti può compromettere il posizionamento di un sito web e portare a penalizzazioni da parte dei motori di ricerca. Inoltre, con l’algoritmo di Google in continua evoluzione, è importante rimanere aggiornati sulle migliori pratiche per l’ottimizzazione dei link in ingresso e uscita.

In questo articolo, esploreremo in dettaglio cosa sono i Link DoFollow, come differiscono dai Link NoFollow, e come utilizzare entrambi per ottimizzare la SEO del tuo sito web. Parleremo anche di come identificare questi link, gli strumenti utili per analizzarli e come ottenere collegamenti di qualità per migliorare la tua visibilità online. Continua a leggere per scoprire tutto quello che c’è da sapere.

Un Link DoFollow è un tipo di collegamento ipertestuale che consente a Google di seguire il collegamento e trasferire “link juice” al sito di destinazione. Questo attributo è essenziale nel campo della SEO, poiché aiuta a migliorare il PageRank di un sito web. Il concetto di PageRank, introdotto da Google, valuta l’importanza di una pagina web in base alla quantità e alla qualità dei backlink dofollow che riceve. Questo tipo di collegamenti contribuiscono positivamente a questo processo, migliorando il posizionamento nei risultati di ricerca.

Nel codice HTML, un collegamento di questo genere non richiede un attributo speciale per essere riconosciuto come tale. Tuttavia, per fare in modo che un link non sia DoFollow, viene aggiunto l’attributo rel=”nofollow”.

Un esempio di codice HTML di un link DoFollow è il seguente:

<a href=”https://pietrorogondino.it”>Pietro Rogondino</a>

I Link DoFollow sono fondamentali per la strategia di link building, poiché aiutano a costruire una rete di collegamenti di qualità che segnalano ai motori di ricerca la rilevanza e l’affidabilità del proprio sito web. I crawler dei motori di ricerca, come quelli di Google, seguono questi collegamenti per indicizzare nuove pagine e aggiornare le informazioni nei loro database.

I backlink provenienti da siti autorevoli e pertinenti sono particolarmente preziosi, poiché possono aumentare significativamente la visibilità e l’autorità del proprio sito web. Per i blogger e i proprietari di siti web, ottenere questi link è un obiettivo primario, poiché può portare a un incremento del traffico organico e a un miglioramento della posizione nei risultati di ricerca.

Tuttavia, è importante utilizzarli con attenzione. L’acquisizione eccessiva o manipolativa di backlink può essere vista come spam dai motori di ricerca, con il rischio di penalizzazioni. Pertanto, è cruciale seguire le linee guida di Google e implementare una strategia di link building etica e sostenibile.


APPROFONDIMENTO: Cos’è la Link Juice


Un Link NoFollow è un tipo di collegamento ipertestuale che include un attributo specifico nel codice HTML come rel=”nofollow”, che indica ai motori di ricerca di non seguire il link e di non trasferire valore SEO al sito di destinazione. Questo attributo è stato introdotto da Google nel 2005 come misura per combattere lo spam nei commenti dei blog e per gestire i link sponsorizzati.

Nel contesto della SEO, questo tipo di collegamenti non contribuiscono direttamente al PageRank del sito web di destinazione, poiché i crawler dei motori di ricerca, come Google, non seguono questi collegamenti per determinare l’autorità e la rilevanza di una pagina. Tuttavia, questi link possono comunque generare traffico diretto verso il sito web e possono avere un impatto indiretto attraverso l’aumento della visibilità e del riconoscimento del marchio.

Ecco un esempio di codice HTML di un link NoFollow:

<a href=”https://pietrorogondino.it” rel=”nofollow”>Pietro Rogondino</a> 

I Link NoFollow sono particolarmente utili in contesti dove i webmaster non vogliono passare valore SEO, come nei commenti dei blog, nei forum, nelle recensioni di prodotti e negli annunci pubblicitari. L’uso di questi link aiuta a prevenire lo spam e a mantenere l’integrità dei contenuti del sito.

Per quanto riguarda la link building, i link NoFollow possono ancora giocare un ruolo importante. Anche se non trasferiscono direttamente valore, contribuiscono alla diversificazione del profilo di backlink di un sito web, rendendolo più naturale agli occhi dei motori di ricerca. Un profilo di backlink equilibrato, che include sia Link DoFollow che NoFollow, è spesso visto come più autentico e meno manipolativo.

Questi collegamenti sono anche utilizzati per segnalare ai motori di ricerca i collegamenti pagati o sponsorizzati, in conformità con le linee guida di Google. Questo è importante per evitare penalizzazioni per pratiche di link building non etiche o manipolative.

Nella SEO, comprendere le differenze tra Link DoFollow e NoFollow è cruciale per sviluppare una strategia efficace di link building. Entrambi i tipi di link sono collegamenti ipertestuali che connettono una pagina web a un’altra, ma il modo in cui i motori di ricerca li trattano varia significativamente.

I Link DoFollow sono progettati per essere seguiti dai motori di ricerca. Questo significa che quando un crawler di Google, o di un altro motore di ricerca, incontra questo tipo di collegamento, lo seguirà e trasferirà parte dell’autorità della pagina di origine alla pagina di destinazione. Questo processo è essenziale per migliorare il PageRank e il posizionamento nei risultati di ricerca. 

Al contrario, i Link NoFollow includono l’attributo rel=”nofollow” nel codice HTML. Questo attributo segnala ai motori di ricerca di non seguire il link e di non trasferire valore SEO alla pagina di destinazione. 

Le principali differenze tra questi due tipi di collegamenti riguardano il loro impatto sul posizionamento nei motori di ricerca e sulla strategia di link building. I Link DoFollow sono essenziali per migliorare il posizionamento di un sito web nei risultati di ricerca, poiché trasferiscono autorità e PageRank. Questo li rende una componente fondamentale della strategia SEO e del marketing online, in quanto i backlink di alta qualità possono aumentare la link popularity di un sito.

I Link NoFollow, invece, non trasferiscono valore SEO direttamente. Tuttavia, sono utili per evitare lo spam e per gestire i link pagati o sponsorizzati. Anche se non influenzano direttamente il posizionamento nei motori di ricerca, i link NoFollow possono comunque contribuire al traffico del sito web e aiutare a creare un profilo di backlink naturale e diversificato.

I Link DoFollow sono cruciali nella strategia SEO di un sito web, poiché hanno un impatto diretto sul posizionamento nei motori di ricerca. Questi collegamenti ipertestuali permettono ai crawler dei motori di ricerca, come Google, di seguire il link e trasferire valore SEO, noto come PageRank, dal sito di origine al sito di destinazione. Questo processo è fondamentale per determinare l’autorità e la rilevanza di una pagina web.

I Link DoFollow sono un elemento chiave nella strategia di link building, che mira a ottenere backlink di alta qualità per migliorare il posizionamento del sito. I backlink da siti autorevoli sono preziosi perché segnalano ai motori di ricerca che il tuo sito è affidabile e pertinente. Un’efficace strategia di link building può portare a un significativo incremento del traffico organico e a un miglioramento del posizionamento nei risultati di ricerca.

I link in ingresso (inbound links) DoFollow sono particolarmente importanti perché ogni link rappresenta un “voto” di fiducia verso il tuo sito. Più link di qualità ricevi, maggiore sarà la tua link popularity, che è un indicatore della rilevanza del tuo sito nel contesto del web.

Per ottenere Link DoFollow, è essenziale creare contenuti di alta qualità che altri siti vorranno linkare. Questo può includere articoli di blog, guide approfondite, infografiche e studi di settore. Inoltre, partecipare attivamente alle comunità online e collaborare con altri siti può aiutare a costruire una rete di backlink naturale e autorevole.


APPROFONDIMENTO: Come aumentare i backlink?


Come utilizzare i collegamenti DoFollow in modo sicuro per evitare lo spam

Utilizzare i Link DoFollow in modo sicuro è essenziale per massimizzare i benefici SEO senza incorrere in penalizzazioni da parte dei motori di ricerca come Google. Una strategia SEO ben strutturata deve considerare non solo l’acquisizione di backlink di qualità, ma anche la prevenzione dello spam.

Quando si parla di link building, è fondamentale evitare pratiche che potrebbero essere interpretate come spam dai motori di ricerca. Lo spam di backlink può danneggiare il posizionamento di un sito web, portando a penalizzazioni che possono ridurre significativamente la visibilità nei risultati di ricerca. Per evitare questo, è importante seguire alcune linee guida fondamentali.

Come usare i collegamenti DoFollow in modo etico

Per ottenere Link DoFollow in modo efficace, è fondamentale seguire alcune strategie chiave. Creare contenuti di qualità è la base di una strategia di link building efficace; contenuti utili e ben scritti attraggono naturalmente backlink da siti autorevoli, evitando lo spam. È importante evitare i link a pagamento, poiché Google scoraggia l’acquisto di backlink e penalizza tali pratiche. Concentrarsi su strategie di marketing che promuovano la creazione di link naturali è essenziale per migliorare il PageRank in modo sostenibile. Inoltre, partecipare a comunità e forum rilevanti può portare a backlink naturali; contribuire con commenti e post di qualità, assicurandosi che siano pertinenti e non promozionali, aiuta a evitare l’etichetta di spam.


Leggi anche: Link building economica


Bilanciare i collegamenti DoFollow e NoFollow

Una buona strategia di link building include un mix equilibrato tra collegamenti DoFollow e NoFollow. Questo mix rende il profilo dei backlink più naturale agli occhi dei motori di ricerca. Utilizzare solo link DoFollow può sollevare sospetti e portare a indagini da parte di Google.

Monitorare e analizzare i backlink

Utilizza strumenti SEO per monitorare e analizzare i tuoi backlink. Strumenti come Google Search Console, Ahrefs e SEMrush possono aiutarti a identificare e rimuovere eventuali backlink di bassa qualità o sospetti. Un monitoraggio regolare ti aiuta a mantenere un profilo di backlink sano e conforme alle linee guida dei motori di ricerca.

Capire se un link è DoFollow o NoFollow* è fondamentale per chi si occupa di SEO, poiché influisce direttamente sulla strategia di link building e sul posizionamento del sito web nei motori di ricerca. Questo processo coinvolge l’analisi del codice HTML dei collegamenti ipertestuali per identificare la presenza o l’assenza dell’attributo rel=”nofollow”.

La verifica del tipo di collegamento inizia con l’analisi del codice HTML della pagina web. Un link DoFollow è semplicemente un link normale senza attributi aggiuntivi, mentre un link NoFollow contiene l’attributo rel=”nofollow”. 

Fortunatamente, esistono diversi strumenti che semplificano questo compito, aiutando i webmaster a monitorare e analizzare i backlink. Di seguito sono elencati alcuni dei migliori strumenti per scoprire che tipo di collegamenti sono presenti in una pagina web.

  1. MozBar è un’estensione gratuita per browser sviluppata da Moz che permette di visualizzare facilmente le metriche SEO di una pagina web. Tra le sue funzionalità, MozBar evidenzia i link NoFollow direttamente sulla pagina, rendendo semplice l’identificazione dei collegamenti.
  2. Ahrefs SEO Toolbar è un potente strumento che offre una panoramica completa dei backlink di una pagina, inclusi i link NoFollow. Ahrefs è rinomato per la sua accurata analisi dei backlink, rendendolo una scelta eccellente per i professionisti SEO.
  3. SEOquake è un’altra estensione per browser che fornisce una vasta gamma di dati SEO. Una delle sue caratteristiche principali è l’evidenziazione dei link NoFollow, rendendo semplice l’analisi dei backlink di una pagina.
  4. Screaming Frog SEO Spider è un software di analisi SEO desktop che scansiona siti web e fornisce un’analisi dettagliata dei link interni ed esterni. Questo strumento è eccellente per individuare i collegamenti DoFollow e NoFollow.
  5. Google Search Console è uno strumento gratuito fornito da Google che permette ai webmaster di monitorare il rendimento del loro sito web nei risultati di ricerca. Anche se non segnala direttamente i link DoFollow e NoFollow, fornisce una panoramica completa dei backlink.
  6. Check My Links è un’estensione per Google Chrome che analizza rapidamente tutti i link su una pagina web e segnala se sono rotti o se includono l’attributo NoFollow.

Ottenere Link DoFollow è essenziale per migliorare la SEO del tuo sito web e aumentare il posizionamento nei motori di ricerca. Questi collegamenti ipertestuali trasferiscono valore da un sito all’altro, contribuendo a migliorare il PageRank e la visibilità nei risultati di ricerca. Ecco alcune strategie efficaci.

Crea contenuti di alta qualità

La base per ottenere Link DoFollow è creare contenuti di alta qualità che siano utili, informativi e pertinenti per il tuo pubblico. Contenuti ben scritti, guide complete, infografiche e studi di settore sono più propensi a essere condivisi e linkati da altri siti web. Pubblica regolarmente contenuti originali e approfonditi che rispondano alle domande e ai bisogni del tuo pubblico. Assicurati che il contenuto sia ben formattato e facile da leggere.

Guest Blogging

Il guest blogging è una pratica efficace per ottenere backlink. Scrivere articoli su blog autorevoli del tuo settore ti permetterà di inserire un collegamento ipertestuale che punta al tuo sito. Identifica blog autorevoli e pertinenti nel tuo settore e proponi articoli di alta qualità. Assicurati di rispettare le linee guida del sito ospitante e di includere link pertinenti nel tuo articolo.

Collaborazioni e partnership

Collaborare con altri siti web o influencer del tuo settore può portare ad ottenere preziosi link di ritorno. Le partnership possono includere co-creazione di contenuti, interviste, menzioni o recensioni. Costruisci relazioni autentiche con influencer e siti web pertinenti. Proponi collaborazioni che offrano valore a entrambe le parti e includi link al tuo sito dove appropriato.

Directory e siti di recensioni

Inserire il tuo sito in directory di alta qualità e siti di recensioni pertinenti può aiutarti a ottenere backlink. Questi siti spesso permettono di aggiungere un collegamento al tuo sito nella descrizione della tua attività.

Creare risorse utili e strumenti

Creare risorse utili come tool online, calcolatori, modelli e guide può attrarre link naturali. Altri siti web saranno più propensi a linkare risorse che offrono un valore significativo ai loro utenti.

I link DoFollow sono la chiave per sbloccare il successo nell’ottimizzazione per i motori di ricerca. Questi preziosi collegamenti influenzano direttamente il posizionamento di un sito web, rendendoli fondamentali per sviluppare una strategia SEO vincente. Comprendere la differenza tra link DoFollow e NoFollow non è solo cruciale, ma una vera e propria arma segreta per gli esperti di ottimizzazione.

L’utilizzo strategico dei collegamenti DoFollow può aprire le porte a risultati di ricerca stellari e a un flusso costante di traffico organico. Investire tempo e risorse nella costruzione di un solido profilo di backlink e nell’ottimizzazione per i motori di ricerca è la strada maestra per assicurare che il tuo sito web rimanga ai vertici della competizione nel vasto mondo del World Wide Web. Non fermarti mai: continua a sperimentare e adatta la tua strategia SEO agli aggiornamenti degli algoritmi dei motori di ricerca, per mantenere e migliorare costantemente il successo del tuo sito.

Pietro Rogondino
Pietro Rogondino

Ciao a tutti! Mi chiamo Pietro Rogondino e sono un consulente SEO di base a Bari. Ho iniziato a occuparmi di ottimizzazione per i motori di ricerca più di 17 anni fa e da allora ho acquisito una profonda esperienza in questo campo.
Oggi sono specializzato nell'analisi approfondita di ogni tipo di sito web per studiarne punti di forza e debolezze in ottica SEO. Grazie alla mia pluriennale esperienza, sono in grado di creare efficaci strategie su misura per aiutare i siti a performare al meglio sui motori di ricerca come Google.
Ciò che mi appassiona di più è trovare soluzioni creative e originali per risolvere ogni criticità legata al posizionamento. Lavoro a stretto contatto con i miei clienti per capirne le esigenze e garantire risultati concreti e duraturi nel tempo. Sono sempre entusiasta di confrontarmi con nuove sfide SEO! Se avete un progetto digitale a Bari e dintorni, contattatemi per una consulenza.

Articoli: 47