cos'è un backlink

Cos’è un backlink? Significato, definizione e come riceverli

I backlink sono le raccomandazioni digitali che possono spingere il tuo sito verso le vette dei risultati di ricerca. Ottenere questi preziosi voti di fiducia online è la chiave per sbloccare autorità, credibilità e visibilità nel vasto ecosistema del web.

Sei mai incappato nella domanda “Cos’è un backlink?” mentre cercavi di capire le dinamiche della SEO per migliorare la visibilità del tuo sito web? Se la risposta è sì, non sei il solo. I backlink sono uno degli elementi più influenti e discussi nella search engine optimization. Ma cosa sono esattamente?

Immagina di avere una raccomandazione scritta da un esperto nel tuo campo. Questo documento ti apre le porte e ti fornisce credibilità davanti a un pubblico più ampio; in modo simile, i backlink funzionano come raccomandazioni digitali. Ogni volta che un sito web include un collegamento ipertestuale che punta al tuo sito, ti passa una sorta di “voto di fiducia” che non solo può aumentare il traffico verso il tuo sito, ma migliorare anche il tuo posizionamento sui motori di ricerca come Google.

La loro importanza nel SEO è cristallina: i collegamenti esterni in entrata non solo aiutano Google a capire la rilevanza e l’autorità del tuo sito, ma influenzano anche il modo in cui il tuo contenuto viene indicizzato e classificato. In questo articolo, esploreremo insieme cosa sono i backlink, come funzionano, i diversi tipi che potresti incontrare, e come puoi ottenere link di alta qualità che spingano il tuo sito verso le vette dei risultati di ricerca. Preparati a scoprire il potere di questi collegamenti essenziali e a imparare come possono trasformare la visibilità online della tua attività.

Un backlink, noto anche come inbound link, incoming link o link esterno, è un collegamento che proviene da un’altra pagina web e punta verso il tuo sito. Se immagini il web come una vasta rete di città (siti web), i backlink sono le strade che le collegano. Quando un sito web A si collega al sito web B, crea un percorso diretto tra i due, che non solo permette agli utenti di passare da un sito all’altro con un clic, ma segnala anche ai motori di ricerca che c’è una relazione tra i due siti. Questo rapporto può essere interpretato come un segnale di qualità e rilevanza, particolarmente se il sito che fornisce il link è stesso altamente reputato.

Per esemplificare, supponiamo che tu gestisca un blog sul caffè e ricevi un backlink da un noto produttore di macchine da caffè. Questo link funziona come una raccomandazione nel mondo online, suggerendo che il tuo contenuto è autorevole e degno di attenzione.

Differenza tra Backlink e Link Interni

I backlink differiscono dai collegamenti interni tra le pagine in quanto questi sono i collegamenti che navigano all’interno dello stesso dominio. Se sul tuo blog del caffè crei un collegamento dalla pagina della “Storia del caffè espresso” a quella delle “Recensioni delle macchine da espresso”, stai utilizzando un link interno. Questi link aiutano a organizzare il contenuto sul tuo sito e migliorano l’usabilità per i tuoi visitatori, oltre a contribuire a distribuire l’autorità di pagina in tutto il sito, che è un altro fattore SEO rilevante.

Ad esempio, se consideriamo un sito di recensioni cinematografiche, un backlink potrebbe venire da un blog di un festival cinematografico che linka a una recensione particolare, suggerendo che la loro audience potrebbe trovare quel contenuto di valore. Un collegamento interno su quello stesso sito di recensioni cinematografiche potrebbe collegare una recensione del film “Inception” alla pagina di biografia di Christopher Nolan, migliorando la navigazione interna e arricchendo l’esperienza dell’utente.

In parole povere, mentre i collegamenti esterni in entrata importano “fiducia” e “autorità” da altri siti, aumentando il tuo ranking e visibilità, i link interni organizzano e migliorano l’esperienza utente sul tuo sito, essenziali per mantenere i visitatori interessati e coinvolti. Entrambi i tipi di collegamento sono fondamentali per una strategia ben bilanciata e per il successo online complessivo del tuo sito.

I backlink sono essenzialmente voti di fiducia tra siti web. Nel vasto ecosistema di Internet, quando un sito linka al tuo, sta passando una sorta di credibilità digitale. Questo fenomeno è fondamentale per il concetto di SEO, poiché i motori di ricerca, come Google, utilizzano questi voti per giudicare l’importanza e la pertinenza di una pagina. Più un sito è visto come autorevole e rilevante dalla comunità online, maggiore è l’autorità di pagina che può trasferire attraverso i suoi link, influenzando positivamente il posizionamento del sito ricevente nei risultati di ricerca.

Il Link Juice

Il termine Link Juice (o Link Equity) descrive la forza o l’autorità che un collegamento trasferisce da una pagina all’altra. Questo “succo” è determinato da vari fattori, inclusi la rilevanza del sito donatore e la sua autorità generale. Ad esempio, ricevere un link esterno da un sito riconosciuto come quello della RAI avrà un impatto molto maggiore sul tuo ranking SEO rispetto a un link da un piccolo blog poco conosciuto. Il motivo è semplice: i motori di ricerca vedono il sito della RAI come una fonte molto affidabile e influente.

I Backlink e il crawl dei siti web

I motori di ricerca usano crawler (o spider) per navigare in Internet e indicizzare le pagine web. I backlink sono fondamentali in questo processo perché aiutano i crawler a scoprire nuove pagine. Quando un sito A linka al sito B, i crawler esaminano questo link e seguono il percorso verso il sito B, il che può significare una più rapida indicizzazione e migliore visibilità per il sito B.

Esempio concreto dell’impatto dei Backlink

Immaginiamo di avere un negozio online che vende prodotti per il giardinaggio. Un giorno, un popolare blog di giardinaggio pubblica un articolo sui migliori strumenti per la potatura e include un collegamento al tuo sito come fonte raccomandata per l’acquisto di queste attrezzature. Questo link in entrata non solo porta visitatori diretti dall’articolo al tuo sito, ma incrementa anche la tua visibilità su Google. A seguito di questo link, il tuo sito potrebbe salire nelle posizioni di ricerca per termini correlati come “strumenti per la potatura”, grazie all’aumento dell’autorità percepita dal motore di ricerca.

L’importanza di Backlink di alta qualità

Non tutti i backlink sono uguali. La qualità del sito donatore è cruciale: link provenienti da siti spam o non pertinenti possono fare più male che bene, potenzialmente danneggiando il tuo ranking anziché migliorarlo. Pertanto, è essenziale mirare a ottenere link in entrata di alta qualità da siti web riconosciuti e rilevanti nel tuo settore. Questo non solo migliora la tua SEO, ma assicura anche che il traffico generato sia di alta qualità e pertinente al tuo dominio di attività.

Nel web, non tutti i backlink sono creati allo stesso modo. Esistono diverse tipologie, ciascuna con caratteristiche uniche che influenzano in modi diversi il posizionamento di un sito nei risultati di ricerca. Comprendere queste differenze è fondamentale per sviluppare una strategia di link building efficace che massimizzi la visibilità online. Ecco una panoramica delle principali tipologie di collegamento esterno:

  • Backlink dofollow: questi sono i più preziosi per il SEO, in quanto trasmettono link juice (o link equity) al sito web di destinazione e ne influenzano il posizionamento nei risultati di ricerca. Essi dicono ai motori di ricerca di notare e considerare il link in questione, incrementando potenzialmente la visibilità del sito ricevente.
  • Backlink nofollow: a differenza dei dofollow, questi collegamenti sono dotati di un attributo che dice ai motori di ricerca di non seguire il link, il che significa che non trasmettono link juice e non influenzano direttamente il posizionamento nei risultati di ricerca. Tuttavia, possono comunque essere utili per aumentare il traffico e la visibilità del sito web.
  • Backlink contestuali: sono inseriti all’interno del testo di una pagina web e sono strettamente pertinenti al contenuto circostante. Questo tipo di backlink è generalmente considerato più prezioso di quelli non contestuali, poiché la pertinenza del contenuto può significare un maggiore “peso” agli occhi dei motori di ricerca.
  • Backlink da directory: provenienti da directory online di siti web, questi collegamenti esterni in entrata possono essere utili per aumentare la visibilità del sito web. Tuttavia, il loro valore SEO è generalmente inferiore rispetto ai link ottenuti da fonti più autorevoli.
  • Backlink dai Social Media: questi provengono dai profili di social media e possono aiutare a guidare il traffico verso un sito web. Nonostante non siano generalmente considerati potenti in termini di miglioramento del SEO, sono utili per aumentare la visibilità e il traffico web.
  • Link UGC (User Generated Content): questi link provengono da commenti, forum o altre forme di contenuto generato dagli utenti. Spesso sono marcati con l’attributo nofollow per prevenire abusi, ma possono comunque contribuire a generare traffico verso il tuo sito.
  • Link sponsorizzati: sono link esterni pagati utilizzati per la pubblicità. Questi link sono spesso regolamentati con un attributo che indica ai motori di ricerca che il link è sponsorizzato, quindi non influenzano direttamente il ranking di ricerca del sito ricevente.

Ogni tipo di collegamento ha il suo ruolo e il suo valore nel complesso arsenale di strategie SEO. Utilizzando un mix equilibrato di queste varie tipologie, è possibile costruire un profilo di link robusto e diversificato che supporti obiettivi a lungo termine di visibilità e autorità del sito.

Perché i collegamenti esterni in entrata sono importanti?

Nel contesto del Search Engine Optimization (SEO), i backlink sono essenziali non solo per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca, ma anche per accrescere l’autorità e la credibilità di un sito web. Ecco una panoramica dettagliata del loro ruolo e dei benefici correlati.

Influenzano il posizionamento nei risultati di ricerca

I collegamenti esterni influenzano significativamente il posizionamento di un sito web nei risultati di ricerca. Ogni backlink funziona come un segnale per i motori di ricerca che il contenuto del sito destinatario è valido, utile e degno di fiducia. Questo “voto” da parte di altri siti comunica a Google e ad altri motori di ricerca che il contenuto è di qualità, pertinente e quindi meritevole di una posizione elevata nelle SERP (Search Engine Results Pages). In termini semplici, più collegamenti di alta qualità puntano al tuo sito, maggiore è la probabilità che il tuo sito appaia in alto nei risultati di ricerca per le parole chiave rilevanti.

Determinano l’autorità e la credibilità di un sito web

L’autorità di un sito web, spesso quantificata tramite metriche come il Domain Authority (DA) di Moz o il PageRank di Google, è in gran parte influenzata dai backlink. Un sito che riceve molti link esterni in entrata da siti ritenuti autorevoli dai motori di ricerca è visto come più autorevole. Questa percezione non solo migliora il posizionamento nei risultati di ricerca ma rafforza anche la fiducia degli utenti. In sostanza, se siti rilevanti e rispettati linkano al tuo sito, questo è un segnale forte che il tuo sito stesso è una fonte affidabile e rispettabile di informazioni o servizi.

Benefici di Backlink di alta qualità

Ottenere backlink di alta qualità da siti web rilevanti e autorevoli offre numerosi vantaggi, tra cui:

  • Miglioramento del Ranking SEO: come già accennato, i collegamenti di alta qualità possono spingere il tuo sito web verso le prime posizioni nei risultati di ricerca, aumentando la visibilità.
  • Aumento del traffico referral: oltre al beneficio SEO, i backlink portano traffico diretto al tuo sito dalle pagine che ti linkano. Questo traffico è spesso altamente targetizzato e può tradursi in una maggiore conversione di lead o vendite.
  • Costruzione della credibilità del brand: essere collegati da siti autorevoli non solo migliora la tua SEO, ma può anche rafforzare la percezione del tuo marchio come leader nel tuo settore.
  • Espansione della rete professionale: il processo di acquisizione di collegamenti esterni in entrata può portare a partnership e collaborazioni professionali con altri leader del settore, ampliando ulteriormente la tua rete e le opportunità di business.

Ottenere backlink di qualità è una delle sfide più importanti nella SEO, ma anche una delle più gratificanti. Implementare strategie di link building “white hat” (cioè etiche e secondo le linee guida dei motori di ricerca) è fondamentale per costruire una presenza online sostenibile e di successo. Ecco una panoramica delle strategie più efficaci e alcuni consigli pratici.

  1. Content Marketing: crea contenuti originali, informativi e di alta qualità che gli utenti vogliono naturalmente condividere e linkare.
  2. Guest Blogging: scrivi articoli come ospite su blog rilevanti e autorevoli nel tuo settore per ottenere collegamenti esterni in entrata attraverso la biografia dell’autore o inserimenti contestuali nel contenuto.
  3. Public Relations: usa le relazioni pubbliche per ottenere menzioni e link dai media e altre pubblicazioni influenti.
  4. Partnership e collaborazioni: Collabora con altre aziende e siti web per scambi di contenuti, eventi congiunti o altre iniziative che possono generare backlink.
  5. Infografiche e contenuti visivi: crea infografiche, video, e altri contenuti visivi che le persone sono inclini a condividere e linkare nei loro articoli.
  6. Link Reclamation: monitora la presenza online del tuo marchio e recuperare link esterni non sfruttati, ad esempio richiedendo che le menzioni del tuo sito senza link diventino link attivi.

Per massimizzare l’efficacia della tua strategia SEO, è cruciale non solo ottenere backlink, ma anche assicurarsi che siano di alta qualità. Un backlink di qualità può migliorare il tuo ranking, mentre un backlink povero o dannoso può penalizzare il tuo sito. Ecco come puoi valutare la qualità dei tuoi collegamenti ed alcuni strumenti che ti aiuteranno in questo processo.

Fattori che determinano la qualità di un collegamento esterno in entrata

  1. Autorità del sito donatore: un backlink proveniente da un sito con alta autorità di dominio è generalmente più prezioso. L’autorità di un sito può essere misurata con strumenti come Moz Domain Authority (DA) o Ahrefs Domain Rating (DR).
  2. Rilevanza del contenuto: un collegamento esterno dovrebbe provenire da un sito o una pagina che è rilevante per il contenuto del tuo sito. Ad esempio, un collegamento esterni in entrata a un negozio di scarpe sportive da un blog di fitness è più pertinente e utile rispetto a uno da un sito di ricette culinarie.
  3. Posizione del link: i link in entrata che appaiono nel corpo principale di una pagina web sono generalmente più efficaci rispetto a quelli nel footer o nella barra laterale.
  4. Testo di ancoraggio: Il testo di ancoraggio (anchor text) usato nel backlink può influenzare il suo valore. Se l’anchor text è pertinente alle tue keyword in target, il collegamento è generalmente più potente.
  5. Dofollow vs Nofollow: come già detto, i backlink dofollow trasmettono il link juice e influenzano il ranking, mentre i nofollow non lo fanno. Tuttavia, una naturale varietà di dofollow e nofollow può contribuire a un profilo di link più organico.

Strumenti e risorse per analizzare la qualità dei Backlink

  1. Google Search Console: offre report gratuiti sui backlink che mostra quali siti linkano al tuo, permettendoti di valutare se seguire o meno questi link.
  2. Ahrefs: uno strumento avanzato che permette di controllare la qualità dei collegamenti, monitorare i profili di link, e scoprire opportunità di link building.
  3. Moz Pro: include il “Link Explorer”, uno strumento che aiuta a identificare i backlink, controllare l’autorità dei siti che ti linkano, e scoprire link potenzialmente dannosi.
  4. SEMrush: offre un’analisi dettagliata del profilo di backlink e strumenti per l’audit dei collegamenti esterni in entrata che aiutano a identificare e rimuovere i link di scarsa qualità.

Parlare del costo dei backlink significa entrare in un territorio complesso e sfaccettato. Secondo Google, i collegamenti in entrata dovrebbero essere guadagnati naturalmente e non comprati o manipolati artificialmente. Questo principio si basa sull’idea che un collegamento, come una raccomandazione, dovrebbe essere meritato grazie alla qualità del contenuto e all’autorità del sito web. Pertanto, la creazione di link esterni dovrebbe idealmente avvenire in modo spontaneo quando altri siti web riconoscono e valorizzano il tuo contenuto abbastanza da linkarlo sui loro siti.

Nonostante questa direttiva, il “costo” di un backlink può variare ampiamente. Alcuni collegamenti in entrata si guadagnano naturalmente, senza alcun costo diretto, attraverso la creazione di contenuti eccezionali che gli altri vogliono citare. Altri possono richiedere investimenti in termini di tempo e risorse, come nel caso della link building tramite outreach, guest blogging, o la partecipazione attiva in comunità online e forum rilevanti al tuo settore.

In alcuni scenari, il costo può diventare più tangibile e diretto, come quando si paga per la creazione di contenuti o per servizi di SEO che facilitano la generazione di link in entrata attraverso strategie etiche e sostenibili. Tuttavia, è fondamentale comprendere che qualsiasi tentativo di “comprare” backlink in modo diretto è rischioso e può portare a penalizzazioni da parte dei motori di ricerca, compromettendo la visibilità del sito a lungo termine.

Backlinks gratuiti

In teoria, il modo migliore e più etico per ottenere collegamenti esterni è attraverso metodi organici che non comportano costi finanziari diretti. Questi includono:

  • Creazione di contenuto di alta qualità: produrre articoli, blog, infografiche, studi di caso, ecc. che sono così informativi o unici che altri siti li linkano naturalmente.
  • Guest blogging: scrivere guest post per altri blog nel tuo settore in cambio di un collegamento esterno in entrata al tuo sito.
  • Partecipazione attiva nelle comunità online: essere attivi su forum, blog e altre piattaforme può portare a backlink naturali se il tuo sito viene citato come riferimento utile.

Questi metodi richiedono tempo e sforzo ma non denaro diretto, rendendoli accessibili a chiunque abbia la capacità di creare contenuti interessanti o di partecipare attivamente nelle comunità di nicchia.

Backlink a pagamento

Alcuni scelgono di accelerare il processo acquistando backlink. Questo può avvenire in vari modi:

  • Marketplace di Backlink: siti web o servizi che vendono collegamenti in entrata direttamente. I prezzi possono variare da poche decine di euro per un link su un sito di medio-bassa qualità a centinaia o persino migliaia di euro per un collegamento su un sito molto autorevole.
  • Pubblicità a pagamento: usare la pubblicità per promuovere contenuti che possono generare backlink. Questo include pagare per la visibilità attraverso Google Ads, Facebook Ads, o altri canali pubblicitari.
  • Sponsorizzazioni: pagare per sponsorizzare eventi, prodotti, servizi o contenuti in cambio di backlinks.

3. Costi indiretti

Anche se non si paga direttamente per un backlink, ci sono costi indiretti associati alla creazione di contenuti o alla conduzione di campagne che possono generare collegamenti esterni in entrata. Vediamo quali sono:

  • Costi di produzione di contenuti: questo include il tempo speso per la ricerca e la scrittura, o il costo di assunzione di scrittori o designer grafici.
  • Costi di SEO e marketing: impiegare un esperto SEO o una squadra di marketing per sviluppare e implementare strategie di link building.
  • Strumenti e software: abbonamenti a strumenti come Ahrefs, SEMrush, Moz, che aiutano nella ricerca di backlinks, analisi della concorrenza, e monitoraggio delle prestazioni.

È importante notare che l’acquisto di backlink è contro le linee guida di Google e può risultare in penalizzazioni se scoperto. Pertanto, è consigliabile concentrarsi su metodi organici e etici di costruzione dei link.

Per visualizzare i backlink di un sito web, è possibile utilizzare diversi strumenti e servizi online che offrono analisi dettagliate del profilo dei link. Questi strumenti non solo ti permettono di vedere da dove provengono i collegamenti, ma possono anche darti informazioni sulla qualità di questi, la loro autorità, il testo di ancoraggio, e altri dati utili per valutare l’efficacia della tua strategia di link building.

Tra i principali strumenti utilizzati per analizzare i collegamenti in entrata ci sono Ahrefs, Majestic SEO e SEMrush. Ahrefs, ad esempio, offre un’esteso database di backlinks aggiornata regolarmente, che ti permette di esplorare i link in entrata e valutarne la qualità. Majestic SEO si distingue per le sue metriche di “Trust Flow” e “Citation Flow”, che aiutano a comprendere la fiducia e l’influenza di un sito. SEMrush, d’altra parte, fornisce un’analisi competitiva che può essere particolarmente utile per benchmarking e strategie di superamento dei concorrenti.

Altri strumenti come Google Search Console offrono una panoramica diretta ma meno dettagliata dei backlinks, utile soprattutto per i webmaster che vogliono monitorare i link direttamente attraverso gli strumenti di Google. Questi strumenti, quando usati correttamente, possono essere essenziali per ottimizzare la tua presenza online e rafforzare la tua strategia di SEO.

I backlink svolgono un ruolo cruciale nella SEO e nel successo online di un sito web. Essi fungono da voti di fiducia nell’ecosistema digitale, segnalando ai motori di ricerca l’autorità e la credibilità di un sito. Ottenere collegamenti in entrata di alta qualità da fonti autorevoli e pertinenti non solo migliora il posizionamento nei risultati di ricerca, ma rafforza anche la reputazione e la visibilità del marchio.

Tuttavia, è fondamentale adottare un approccio strategico ed etico nella costruzione dei collegamenti, concentrandosi sulla creazione di contenuti di valore, sullo sviluppo di relazioni genuine e sull’utilizzo di tecniche “white hat” approvate dai motori di ricerca. Un profilo di link in entrata diversificato e organico è la chiave per una presenza online sostenibile e di successo a lungo termine.

Pietro Rogondino
Pietro Rogondino

Ciao a tutti! Mi chiamo Pietro Rogondino e sono un consulente SEO di base a Bari. Ho iniziato a occuparmi di ottimizzazione per i motori di ricerca più di 17 anni fa e da allora ho acquisito una profonda esperienza in questo campo.
Oggi sono specializzato nell'analisi approfondita di ogni tipo di sito web per studiarne punti di forza e debolezze in ottica SEO. Grazie alla mia pluriennale esperienza, sono in grado di creare efficaci strategie su misura per aiutare i siti a performare al meglio sui motori di ricerca come Google.
Ciò che mi appassiona di più è trovare soluzioni creative e originali per risolvere ogni criticità legata al posizionamento. Lavoro a stretto contatto con i miei clienti per capirne le esigenze e garantire risultati concreti e duraturi nel tempo. Sono sempre entusiasta di confrontarmi con nuove sfide SEO! Se avete un progetto digitale a Bari e dintorni, contattatemi per una consulenza.

Articoli: 45